Dipartimento di Giurisprudenza

Estudio General y Universidad Primaria Turritana A.D. 1632
Università degli Studi di Sassari

Il Consiglio di Dipartimento

aula consiliare

(Art. 12 dell’Atto costitutivo del Dipartimento di Giuriprudenza)

Consiglio del Dipartimento

 

Il Consiglio del Dipartimento è organo di programmazione e di gestione del Dipartimento.

 

In particolare, il Consiglio del Dipartimento:

a) delibera sull’impiego delle risorse, delle strutture e delle attrezzature assegnate al Dipartimento;

b) approva, su proposta del Direttore, i documenti di programmazione e di rendicontazione;

c) adotta i regolamenti del Dipartimento, delle eventuali strutture di raccordo, della Scuola di Dottorato di ricerca e delle Scuole di specializzazione;

d) adotta il piano complessivo di sviluppo della ricerca e della didattica;

e) richiede l’attivazione delle procedure per il reclutamento dei docenti e ne propone la chiamata;

f) approva il piano dell’offerta formativa e la richiesta di istituzione, attivazione, disattivazione e soppressione di corsi di studio;

g) attribuisce le responsabilità didattiche ai docenti e delibera sulla copertura degli insegnamenti attivati;

h) vigila in generale sul buon andamento e sulla qualità delle attività di ricerca e di didattica;

i) approva le relazioni triennali dei docenti sull’attività scientifica e didattica;

l) esprime parere sulle richieste di congedo per ragioni di studio o di ricerca scientifica presentate dai docenti afferenti;

m) promuove l’internazionalizzazione della ricerca scientifica e dell’offerta formativa;

n) approva i programmi di ricerca interdipartimentali, sulla base di accordi tra i Dipartimenti interessati;

o) trasmette annualmente al Consiglio di Amministrazione e al Senato Accademico una relazione sull’attività svolta;

p) esercita le altre funzioni ad esso attribuite dalla legge, dallo Statuto e dai regolamenti.

 

Fanno parte del Consiglio del Dipartimento:

a) il Direttore del Dipartimento;

b) i docenti afferenti al Dipartimento: professori ordinari; professori associati; ricercatori universitari; ricercatori a tempo determinato;

c) i rappresentanti del personale tecnico-amministrativo del Dipartimento, in proporzione di uno ogni venti docenti: 1 e 2;

d) un rappresentante dei docenti a contratto, che resta in carica per un anno accademico, eletto dalla rispettiva componente, Dott. Carlo Pala;

e) un rappresentante degli assegnisti di ricerca, che resta in carica per un anno, eletto dalla rispettiva componente;

f) i rappresentanti degli studenti iscritti ai corsi di laurea e di laurea magistrale, di specializzazione e di dottorato di ricerca, in misura pari al 15 per cento dei suoi componenti, i quali restano in carica per due anni;

g) il Responsabile amministrativo del Dipartimento, con voto consultivo.

 

Il Consiglio del Dipartimento è convocato per iniziativa del Direttore o di un terzo dei suoi componenti. La convocazione e l'ordine del giorno dell'adunanza sono comunicati di norma almeno sette giorni prima della riunione.

Le deliberazioni del Consiglio del Dipartimento sono valide se è presente la maggioranza degli aventi diritto, senza calcolare gli assenti giustificati, e se sono approvate dalla maggioranza dei presenti, fatti salvi i casi per i quali è prevista una maggioranza speciali.