Dipartimento di Giurisprudenza

Estudio General y Universidad Primaria Turritana A.D. 1632
Università degli Studi di Sassari

Laurea in Giurisprudenza

Studenti in classe

Il Corso di laurea magistrale in Giurisprudenza a ciclo unico (LMG/01), offre ai propri studenti un progetto formativo radicato su un patrimonio di ricerca scientifica e di formazione professionale ampiamente elaborato e consolidato, capace per ciò stesso di aggiornamento continuo.

Si consegue il titolo di Dottore Magistrale in Giurisprudenza in 5 anni:
sostenendo 27 esami;
acquisendo 300 CFU
.

Tra gli obbiettivi: fornire, nei primi anni del corso, la conoscenza del metodo giuridico e dei fondamentali contenuti culturali e tecnici per la formazione del giurista;
Fornire, negli anni successivi, conoscenze avanzate, finalizzate al completamento della formazione del giurista, attraverso lo studio di materie più specifiche;
Sviluppare le conoscenze giuridiche con un respiro europeo e internazionale attraverso la promozione della mobilità internazionale degli studenti.

Per accedere al Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza è necessario essere in possesso del titolo di scuola media superiore. Non è prevista dalla legge alcuna limitazione numerica delle iscrizioni. All'inizio dell'anno accademico tutti gli iscritti devono sostenere un test di ingresso - riguardante nozioni di cultura generale - che consiste in una prova non selettiva di accesso volta a verificare il grado di preparazione degli studenti.

Gli insegnamenti impartiti tendono a coprire tutto l'arco delle conoscenze rilevanti nell'ambito giuridico per mezzo dello studio filosofico del diritto, dello studio sistemico del diritto (offerto dalle discipline romanistiche) e dello studio degli ordinamenti di matrice statuale ed in particolare anche in funzione del futuro impegno dei discenti lo studio dei diritti positivi dell'ordinamento italiano, a partire dalla sua storia e con attenzione alla dimensione regionale; specifica attenzione è dedicata anche allo studio dell'ordinamento europeo e di quello internazionale, nonché alla comparazione tra ordinamenti. Si aggiungono materie non strettamente giuridiche, ma comunque utili alla formazione dei giuristi, quali, tra le altre, economia politica ed informatica. Ulteriori materie come statistica e le lingue straniere completano la formazione.

Dal momento che lo studio è ovviamente di tipo essenzialmente teorico, sono state stipulate una serie di convenzioni con uffici giudiziari, con amministrazioni comunali e regionali, con uffici pubblici e con alcuni studi professionali, per lo svolgimento di tirocini formativi al fine di offrire agli studenti la possibilità di una formazione anche pratica.
Va, infine, segnalato come il corso di laurea operi anche adottando strumenti tecnici nuovi, fra i quali specifica rilevanza assume la rete di Centri didattici, creati in diversi comuni dell'isola (Nuoro, Lanusei e Terralba), collegati alla sede-madre in video-conferenza, per la trasmissione delle lezioni relative agli insegnamenti obbligatori del corso di laurea, nonché mediante una vasta rete di rapporti scientifici internazionali, segnatamente con l'Europa Occidentale ed Orientale, l'America del nord e l'America latina.

La Laurea Magistrale garantisce l'accesso a tutte le attività professionali di profilo giuridico elevato.

Innanzitutto assicura le competenze necessarie allo svolgimento delle professioni legali tipiche della laurea medesima: vale a dire magistratura, notariato e avvocatura.
Consente, inoltre, di operare in quei settori per i quali risulta fondamentale una approfondita preparazione giuridica relativa ai diversi campi del diritto: ad esempio, ruoli dirigenziali nelle amministrazione dello Stato, degli Enti locali e di tutti gli altri Enti pubblici e privati, ovvero in Organizzazioni non governative del c.d. terzo settore; libera professione in qualità di consulenti del lavoro o di tributaristi.
L'approfondimento delle materie internazionalistiche permette l'accesso in qualità di funzionari ad organismi internazionali quali Unione europea, Consiglio d'Europa, O.N.U., F.A.O., Unesco.

La presenza nel piano di studi anche di materie economiche fornisce le competenze idonee a svolgere l'attività di amministratore di enti o imprese private.